Kids

Tante prime volte

le prime volte assomigliano ad un salto nel vuoto 
unsplash.com

Quello che più mi affascina e entusiasma della vita da expat sono le “prime volte”.
Ogni cambio di paese richiede tanti sforzi perché bisogna ricominciare tutto da capo. Ci si sente un po’ come uno scrittore che ha tra le mani un enorme foglio bianco e una penna nera, e con questi due oggetti deve iniziare a scrivere un nuovo libro oppure un nuovo capitolo, ma non sa esattamente da dove cominciare. Solo che nel caso degli expat non si tratta di un libro, bensì della propria vita.
Trovo ogni singolo cambiamento avvincente, intrigante e meraviglioso perché porta con sè tutta la carica e l’eccitazione di tante prime volte.
Ho imparato ad amare quella sensazione di novità e fatico a rinunciare al turbinio di emozioni che mi regala ogni nuova avventura.
Il passaggio in Italia sta regalando ai miei figli tante prime volte. Tante emozioni nuove, mai provate prima d’ora. Infinite avventure da vivere giorno dopo giorno. Sensazioni e ricordi che chiuderemo nella nostra grande valigia da espatriati al momento dei saluti e della ripartenza.

Le loro prime volte, da giugno ad oggi, sono state tante. Ma credo ne nasceranno altrettante nei prossimi mesi.

– Questa è la prima volta che i bambini vivono per tre mesi di seguito senza il loro daddy. Parlo di tre mesi per volta, un intero anno con lui lontano, un rientro di sole due settimane che vola via come il vento. Per questo viviamo con la massima intensità ogni istante di lui presente accanto a noi.

– Il piccolo Riccardo ha festeggiato il suo primo compleanno in famiglia, in Italia. In passato l’abbiamo sempre festeggiato con gli amichetti e con le persone che sono diventate la nostra famiglia in Kuwait, ma non è la stessa cosa che festeggiare con nonni e zii.

compleanno– Il loro primo autunno e inverno italiani.

la magia dei colori dell'autunno

la magia dei colori dell’autunno

– Quest’anno è arrivata per la prima volta Santa Lucia. In Kuwait abbiamo sempre festeggiato il Natale, era più facile visto che gli amici expat festeggiavano anche loro l’arrivo di Santa Claus. Ma io da piccola ho sempre atteso con ansia l’arrivo del 13 dicembre, per me è importante trasmettere le mie tradizioni ai miei figli.

– La prima volta che andiamo in un vero teatro a guardare un musical per grandi.

teatro ponchielli– La prima volta in metropolitana.

– La prima volta in un museo a guardare un pittore famoso.

chagal

– La prima volta alla fiera del paese in compagnia di tutti i nostri fantastici zii. Passando dagli autoscontri ai dischi volanti. Sporcandosi le mani di zucchero filato e correndo per andare sulle molle a saltare come facevamo in Kuwait.

– Riccardo ha scoperto la crema di cappuccino. O meglio il latte che viene messo sul cappuccino, che lui si ostina a chiamare “il mio cappuccino”e guai a non mettere pure il cacao come ai grandi.

– Le prime lezioni di nuoto in una piscina al coperto.

– Le domeniche in famiglia: Chiesa, pranzo, giochi, the delle 17 e coccole, chiacchere, risate.

Queste sono tutte le prime volte che abbiamo vissuto fino ad oggi. Sono un elenco di avventure che ci hanno regalato tante emozioni nuove, sensazioni diverse, esperienze mai vissute che spero possano portare nel loro cuore per sempre.

 

 

loading...

Author

Drusilla Arabia Saudita

Expat per amore. Mamma di due terribili quanto adorabili maschi.
Nata nell’afosa e nebbiosa pianura padana, cresciuta con la voglia di andarmene a scoprire il mondo. Fidanzata da sempre con un imprevedibile uomo che mi ha portato prima in Libia, poi in Kuwait ed ora in Arabia Saudita. Appassionata della vita expat. Amo scoprire nuove culture, relazionarmi con nuovi mondi, leggere, pasticciare con i miei figli e vivere circondata dalla natura.

Dicci cosa ne pensi!

/* ]]> */