Expat life

Halloween dagli States al deserto

happyHalloween-ADF
Written by Elena Dubai

Prima della mia esperienza americana onestamente non avevo idea di cosa fosse Halloween. Parliamoci chiaro, per “la mia generazione” fine ottobre è sempre stato il “ponte dei Santi e dei Morti” con Messa e visita al cimitero. Punto.

La folgorazione l’ho avuta il primo anno a New York.
Già da metà settembre le case e la città cominciano a prepararsi. I negozi sono già colmi di qualsiasi cosa a tema. Da ottobre non c’è più scampo. Il colore arancio regna sovrano, sia in natura, con i bellissimi alberi di Central Park, sia per le strade con addobbi e zucche.
Vivevamo in un piccolo appartamento a Manhattan e non avevamo idea di come funzionasse il famigerato “trick-or-treating”. Così la sera di Halloween la passammo dentro quello che per me è sempre stato il museo più bello ovvero l’American Museum of Natural History.
E fu così che trascorremmo questa festa in mezzo ai dinosauri, divertendoci con attività e trick-or-treat tra le varie opere storiche!

Las Vegas fu “galeotta”.  Arrivammo il primo anno esattamente il giorno prima di Halloween e quindi quel giorno comprai un bellissimo costume di Elvis Presley a Tommy e andammo al centro del District dove vivevamo (a Henderson, fuori Las Vegas). Abbiamo ballato, giocato e diciamo che il nostro arrivo in città ha avuto un buon inizio.
Ma è al secondo anno che la cosa si fece interessante. Invitati da amici in una delle zone più famose per gli addobbi di Las Vegas, mi trovai di fronte a uno spettacolo unico.
Mi sembrava di essere in un film. Ed esattamente mi venne subito in mente E.T. Quando uscì il film avevo 7 anni e non avevo assolutamente compreso la scena nella quale Elliot (il protagonista), insieme ai fratelli, usciva il giorno di Halloween mascherato con E.T. vestito da fantasma per salvarlo. Non avevo capito proprio un bel niente.

LasVegas-halloween

Dopo 30 anni mi ritrovavo in mezzo a quella scena. Villette addobbate a dei livelli degni di Hollywood. Passeggiare e bussare a porte tra musiche, fumi spettrali e luci viola. Molte case erano davvero spaventose.
In particolare me ne ricordo una dove avevano ricostruito un labirinto che dovevi attraversare per raggiungere la porta e portarti a casa le caramelle!

Arrivai così a San Francisco con grandi aspettative. La città effettivamente non mi ha deluso e su e giù per le salite abbiamo visitato le bellissime case vittoriane decorate ad hoc, a volte fatto degustazione di vini mentre i bambini ricevevano le leccornie e passeggiato per Noe Valley con amici in una bella atmosfera e un clima niente male.
Una delle cose più divertenti è stata indubbiamente visitare  i “Pumpkin Patch” e scegliere le nostre zucche da decorare!

Sanfrancisco-Halloween

Dopo 8 anni di Halloween all’americana, quest’anno sono qui a Dubai. E come sarà qui? Ma soprattutto ci sarà?
So di per certo che la scuola terrà una festa dopo gli orari scolastici che pare sia molto divertente ma le decorazioni dentro  sono vietatissime. Questo vale per ogni festività per rispettare la religione locale.
Ci sarà il trick-or-treat per le strade? Beh, lo scoprirò fra poco. Noi sicuramente addobberemo la casa a festa e porterò un po’ di spettri, fantasmi e mostri nel deserto e balleremo a ritmo di Thriller.

Inoltre se non avete idea da che cosa vestirvi questo Halloween o avete bisogno di una maschera last-minute, ecco che le nostre maschere “Amiche di Fuso” vi verranno in aiuto. Così potrete essere Nadja, Mimma, Alessia, Elena, Drusilla, Claudia, Greta o Valentina per un giorno (a vostro rischio e pericolo!).

Buon Halloween!

Elena, Dubai

LeMascherediADF

Scaricate le maschere in formato PDF e apritele con Acrobat Reader (gratis su adobe.com). Stampate quella che preferite (o tutte!)  su carta un po’ spessa, ritagliala e attaccatela con dello scotch ad un lungo stuzzicadenti o cannuccia!

DOWNLOADS:

loading...

Author

Elena Dubai

Elena, piemontese di nascita, milanese di origine ed expat da più di 10 anni. Ho vissuto in Germania, Ecuador e poi in USA a New York, Las Vegas e San Francisco e dal dicembre 2014 sono a Dubai negli Emirati Arabi.
Sono mamma di Tommaso e Giulia e moglie di un ingegnere che mi ha trascinato in questa vita in giro per il mondo.
Dal 2012 lavoro come Grafica per Eventi e Feste nel mio shop WorldWideParty Design

5 Comments

Dicci cosa ne pensi!

/* ]]> */