Guests

Dall’Australia: Celeste

Written by Guest
Oggi ospitiamo Celeste: è giovanissima e ci scrive da Melburne, città che ama e con cui è riuscita a trovare un compromesso. Il bello di essere expat è che vivi tutte le persone attorno senza preoccuparti del colore della pelle o della provenienza: sentirsi tutti uguali in una terra che ti ospita fa sicuramente stare meglio e partire con il piede giusto. 
Celeste collabora con il blog Just Australia e potete seguire le sue avventure e impressioni su Il Blog di Celeste.
Ci ho pensato e ripensato. Cosa potrei mai dire a tutte queste fantastiche donne, che come me sono lontane da casa, che sanno cosa vuol dire ricominciare da capo?
Vi potrei parlare della mia avventura qui in Australia, ma lo trovo scontato e ho solo 25 anni anche se mi sento un po’ più vecchia.
Abito a Melbourne da quasi due anni e tra alti e bassi sto bene, ho incontrato tante difficoltà, la nostalgia è spesso stata mia amica nelle lunghe notti d’inverno, la frustrazione di un lavoro che non ti piace e spesso la negatività mi hanno fatto quasi comprare un biglietto di ritorno.
Pian piano, dopo aver lavorato tanto, sopratutto su me stessa, sto stabilizzando questo essere eternamente “agitata”.
Ho trovato l’amore, amici e un lavoro, certo picchi di euforia combattono contro la nostalgia e la forza che a volte ti manca.
Ho sempre dato troppo, ho sempre sopravvalutato molto le persone, sono una buona, io ci credo ancora nel genere umano e sentirsi pugnalati alle spalle dall’altra parte del mondo fa lo stesso male che in Italia.
Quando ho questi momenti vado in uno dei miei posti preferiti qui a Melbourne.
Si chiama Lentil as anything. Teoricamente é una specie di ristorante vegetariano, in realtà é un posto magico in un ex convento dismesso in mezzo ad un parco, dove una comunità di volontari cucina e anima questo posto.
L’idea é fantastica, persone dai mille colori e culture si fondono sedute ai vecchi tavoli di legno.
Conosci ragazzi, conosci signore bellissime senza età, uomini di successo o chi un pranzo non se l’ho può comprare, tutti qui alla ricerca di ristoro. Uguali.
Dicono che gli australiani sono razzisti, forse non hanno presente gli italiani.
Qui a Melbourne é così normale lavorare con gente di cultura diversa che quasi non ci faccio neanche più caso se sei cinese o brasiliano, qui se arrivi da qualche parte é perché te lo sei guadagnato. Siamo tutti uguali e tutti con una possibilità, ovviamente sta a voi giocare la carta giusta.
Io ho sempre pensato che se non riesci a fare qualcosa é perché tu non lo vuoi veramente, non sto dicendo che é tutto facile e basta volerlo ma se ci credi fino in fondo una possibilità ce l’hai.
Era una giornata come tante io il mio computer e un caffè seduta qui fuori. Mi si avvicina un vecchio signore dai capelli bianchi, con la faccia buona e curiosa.
Mi chiede se può farmi un ritratto, in cambio di nulla, solo un offerta per il convento.
Ovviamente accetto, onorata. Si chiama Michele di secondo nome e suo nonno era veneziano, un pittore veneziano. Il mondo é più piccolo di quanto si possa immaginare, mi fa tanti capelli e tutti colorati con i suoi gessetti. Mi dice che la mia forza probabilmente é lì, capelli ricci e selvatici.
Ecco come mi vede, selvatica e ribelle anche se ho gli occhi buoni.
Melbourne da quando sono arrivata mi da sempre una risposta, ogni dubbio, ogni domanda quando mi fermo e aspetto, ecco che mi arriva la risposta.
Il signor Michele, sembra un mendicante ma ha una casa di proprietà e quando era giovane lavorava in una compagnia di successo, ora ha deciso di fare ciò che ama.
Dipinge e parla con i giovani che passano da questo posto, ascolta le loro storie e decanta il suo vecchio nonno veneziano.
É lui che mi ricordò “fa ciò che ami insegui solo quello, il resto non vale la pena di essere ritratto”.
Celeste, Melburne.
Loading...

Author

Guest

Se anche tu sei come noi una #adieffina per il mondo, alle prese con nuove abitudini, costumi, lingua e fusi sei la persona che fa per noi. Raccontaci la tua storia, chiacchiera con noi, allarga i nostri orizzonti. Questo spazio è tutto per te .

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */