Expat life

Meravigliarsi

Meravigliarsi

Vivere all’estero mi ha aiutato a riscoprire l’entusiasmo per le piccole cose.
Gioire per la semplicità di ciò che mi circonda.
Guardare il mondo da una prospettiva diversa.
Stupirmi per le cose che conosco da sempre e che ora mi sembrano incredibili.
La vita da expat mi ha fatto un grande regalo:

riscoprire la capacità di meravigliarsi.

Meravigliarsi ha il grande vantaggio di rendere più felici e positivi.
Per questo migliora la propria vita e quella di coloro che ci stanno accanto.

Le vacanze in Italia sono una grande occasione per meravigliarsi, stupirsi, emozionarsi.

Cosa ci si può meravigliare?

– Un abbraccio vero tra nipoti e nonni dopo mesi che si vedono solo attraverso un computer.

– La lentezza. Vivere senza orari, orologi e una routine prestabilita.

– La bellezza di un tramonto o di un’alba sul mare o sul lago o in montagna.

– Le nuvole che coprono le cime di una montagna. E l’attesa che il vento sposti queste nuvole per mostrare le vette.

meravigliarsi
– La pioggia che sprigiona profumi inebrianti. Temporali estivi che ti colgono alla sprovvista.

– La sensazione di normalità che si instaura con i vecchi amici. Ritrovarsi a chiacchierare, scambiarsi confidenze e ridere come se ci fossimo lasciati il giorno prima.

– La bontà del cibo italiano.

– Bere un semplice aperitivo.

meravigliarsi
– La gioia dei miei figli mentre conoscono altri bambini, si divertono in gruppo e creano nuove amicizie che ritroveranno la prossima estate.

Trascorrere qualche giorno io e mio marito da soli con la scusa di festeggiare i nostri dieci anni di matrimonio.

– Scoprire che mi piace andare in bicicletta. Pedalare per tanti chilometri. Andare a letto stanca per alzarsi al mattino con tutti i muscoli doloranti.

Essere circondati da gente bella e ben vestita. E passare un po’ di tempo davanti allo specchio per decidere cosa indossare dopo mesi di abaya.

Un’amicizia nata per caso in un deserto lontano e che si è dimostrata essere vera e profonda.

E tanto altro ancora…

Ora che sono tornata nel deserto non voglio smettere di meravigliarmi.
Voglio allungare la lista dei miei tesori di Riyadh.
Non voglio essere indifferente a ciò che mi circonda.
Voglio cercare di scovare ogni giorno qualcosa per cui meravigliarmi e gioire.
Voglio allontanare da me l’istinto di lamentarmi per ciò che non ho.
Voglio godere di ogni singolo momento!

E voi, di cosa vi meravigliate?

Drusilla, Arabia Saudita

 

loading...

Author

Drusilla Arabia Saudita

Expat per amore. Mamma di due terribili quanto adorabili maschi.
Nata nell’afosa e nebbiosa pianura padana, cresciuta con la voglia di andarmene a scoprire il mondo. Fidanzata da sempre con un imprevedibile uomo che mi ha portato prima in Libia, poi in Kuwait ed ora in Arabia Saudita. Appassionata della vita expat. Amo scoprire nuove culture, relazionarmi con nuovi mondi, leggere, pasticciare con i miei figli e vivere circondata dalla natura.

3 Comments

  • Di cosa mi meraviglio io? Cito 3 cose:
    1) Meraviglia, stupore, capacità naturale di vedere qualcosa di nuovo in ciò che nuovo non è. I bambini eccellono in questo: per loro tutto è nuovo. E io mi meraviglio della loro meraviglia, forse perché mi piacerebbe essere semplice come loro, ma ormai è passato tanto tempo.
    2) Di cosa ancora? Della serenità di mia figlia, che dopo 20 anni di sedia a rotelle per una sclerosi multipla, è sempre capace di sorridere alla vita (come emerge dal suo http://www.ilsorrisodigin.com) e vivere con ottimismo la sua non facile vita.
    3) Della bellezza di questo nostro mondo, incommensurabile. Reduce dalle montagne della Val d’Aosta, da una escursione sul Monte Bianco, da una passeggiata sui 3.000 metri, dalla bellezza delle cime e dei fiori montani, dalla serenità ritrovata. Basta solo guardare, estasiarsi, riflettere…
    Grazie Drusilla, per questi tuoi stimoli

  • Ecco, per me è un po’ la stessa cosa, ma al contrario.
    Il calore di questi abbracci, la lentezza, il gusto di un tramonto e quella sensazione di normalità e di familiarità anche se sono italiana li ritrovo in Algeria.
    Perché sono musulmana, indosso il velo e in Algeria sono una donna qualsiasi, mentre qui in Italia una mezza aliena… eheehehh
    Punti di vista che ti cambiano la percezione delle cose e che purtroppo ti rendono straniera nella tua stessa terra : )

  • Di molti dei punti che hai elencato tu e di molti altri e questo anche senza essere un expat. Infatti, non sono propriamente un’ottimista, al contrario, ma per ora la capacità di meravigliarmi la conservo intatta, anche grazie al ricciolino!

Dicci cosa ne pensi!

/* ]]> */