Expat life

I famigerati ospiti

IMG_0889
Written by Monica India

Vivere all’estero significa vivere lontano da amici di lunga data e parenti, ma significa anche averli in visita, piuttosto spesso!

Certo dipende anche da dove vivete, a Londra e a San Francisco ne abbiamo avuti diversi di avventori, in India beh… non molti!

In questi undici anni varie le “categorie” che sono passate sotto il nostro tetto.

Tralasciando parentele e ovviamente nomi e cognomi, ma comunque riferendomi a fatti e persone realmente esistiti, mi sono divertita a stilare per voi una lista semiseria di categorie.

Vediamo se vi ci ritrovate!

1. GLI OSPITI DI UN B&B. Te lo fanno capire più o meno esplicitamente da subito: li vedrai solo a colazione e forse dopo cena. Vengono, ma non vogliono “disturbare”. Frequentarti fa parte evidentemente della sottocategoria del non disturbare. Se hai una doppia chiave la gradiscono molto. Arrivano, fanno dell’amabile iniziale conversazione per un’oretta o due, raccolgono qualche info sul luogo e poi si dileguano. Li vedrai ogni tanto di sfuggita… magari ti avvertiranno circa l’ora di rientro,  giusto se è intorno all’ora di cena in modo da averla pronta. Ma non temere! Li rivedrai al momento di rifare la valigia, quando ti chiederanno di accompagnarli all’aeroporto o di chiamare loro un taxi. Servizio all inclusive, no?

2. I SINCERI. Portano regalini alla tua famiglia e hanno piacere a stare con te, non importa dove e cosa farete. Si rendono utili a casa, si adeguano ai tuoi ritmi e un po’ ti dispiacerà quando partiranno perché sono stati davvero stupendi! Peccato si tratti della minoranza di quelli che ci sono venuti a trovare fin’ora!!!

3. I SEDERI DI PIOMBO. Arrivano e li vedrai in piedi innanzi a te solo alla porta di casa perché poi non faranno più nulla che richiederà un movimento.
La mattina passeranno dal letto sfatto al tavolo della colazione aspettando di essere serviti e si alzeranno senza nemmeno aver tolto la tazza o una briciola da sotto il naso.
Avranno pretese in tutto: cosa vedere, cosa mangiare, dove andare, non curanti dei ritmi della tua vita. La buona notizia è che difficilmente li ospiterai due volte, anche se di fatto tendono ad auto invitarsi.

4. I FOBICI. Vengono ma hanno paura di tutto, quindi non vogliono assaggiare nulla che non sia home made e risentiranno del fuso per tutta la vacanza.
Nulla di lontano o diverso dalla cultura di casa li interesserà mai o sarà fuori dal loro radar di critica, ovviamente ti chiederanno perché diavolo vivi lì!E tu penserai perché diavolo sono venuti!

5. I SAPUTELLI. Sanno tutto del Paese dove vivi, anche se lo hanno letto solo sulla guida.
Sanno anche tutto su come e dove TU dovresti vivere la tua vita lì!
Insomma vengono per salvarti ed illuminarti! Non importa quanto tenterai di spiegare loro che hai trovato una tua dimensione, che conosci luoghi e persone, che la tua famiglia vive una vita che apprezza lì dove siete… parlerete al muro!

Esistono ovviamente mix e sottospecie di ospiti. Si può anche appartenere a due o più categorie contemporaneamente!

E c’e’ anche ovviamente chi muta, chi vira o avverte odore di sfratto e si ripiglia….raro, ma capita!

In caso ve lo stiate chiedendo: si’, li abbiamo avuti tutti in casa in questi anni!

Va da se che tutti son partiti pensando di appartenere alle seconda categoria….Gli splendidi!

E voi quante di queste tipologie avete avuto in casa? E quale altra aggiungereste?

Monica, India

 

loading...

Author

Monica India

In giro per il mondo da 10 anni, l’età esatta della nostra prima bimba! Mamma di 3 bimbi ora. Da workaholic a viaggiatrice seriale! Abbiamo vissuto a Londra, Delhi, San Francisco, Pittsburgh, Chennai e ora Pune! Dal primo al terzo mondo e ritorno! Genovese di nascita, ma ho vissuto tutta la mia vita lavorativa a Milano. Con l’India ho un rapporto particolare, ne ero terrorizzata, ora è casa e trovo familiari i suoi usi e costumi! Adoro avere amiche da tutto il mondo perché la diversità culturale riempe da sempre il mio bagaglio di vita!

5 Comments

  • Gentile signora, io aggiungerei un’altra categoria, alla quale mi pregio di appartenere: l’ospite che ti chiede dove abiti, e poi, senza dire nulla prima, si prenota un decoroso b&b o airbnb nelle vicinanze e si mette d’accordo con te per fare qualcosa assieme senza voler mettere i bastoni fra le ruote. Se io visito un amico in un’alra citta’, di regola sono in vacanza; lui magari in quel momento ha anche altro da fare. I migliori saluti!

  • Io spesso ho avuto ospiti che si collocavano tra il fobico e il saputello. Come ho risolto? Andando a vivere in posti orrendi cosi’ nessuno mi viene piu’ a trovare 🙂

  • Ho avuto solo ospiti numero 2, forse perché gli altri, abitando io in un luogo poco appetibile, si aiutoeliminano. Con mio piacere. Comunque in 22 anni ospiti al di fuori dei genitori, mio fratello e alcuni amici che sono come famiglia… ne sono arrivati pochini e dopo il tuo post dico: ” meno male”

  • La categoria che preferisco sono “gli ospiti di un B&B”. Sì proprio loro! Quelli che non vogliono disturbare e che si organizzano da soli. La sera poi si può stare insieme se a loro va e magari mi raccontano quello che hanno fatto. È come dice il signore Francesco Spisani nel commento sopra: quando loro vengono sono in vacanza io invece lavoro, mi sembra assurdo che sia io a dovergli organizzare la giornata, preparare i pasti e occuparmi delle loro necessità. Purtroppo gli ospiti B&B sono rari.

Dicci cosa ne pensi!

/* ]]> */