Guests

Quando alle Hawaii piove e la vita ti mette alla prova

Food Guest
Written by Food Guest

Attitude Adjustment: ovvero quando la vita ci dà una lezione.

Succede spesso, soprattutto se a noi expat. O per lo meno a me, da quando lo sono.

È quasi una legge matematica, infallibile. Il momento in cui pensiamo ci si possa rilassare un pochino. Il momento in cui ci diciamo, pero’, ormai abbiamo raggiunto una routine. Il momento in cui ci sentiamo sicure in qualsiasi cosa: lavoro, famiglia, luoghi…zac!

Arriva l’Universo che ci dà una bella scossa.

Possiamo prepararci, programmare, ma non serve. Le curve nella strada della vita sono a volte dolci, in collina, a volte a gomito, oppure qualche volta, nascoste, in strade non asfaltate.

Devo dire che invecchiando la prendo più con filosofia. Mi chiedo sempre quale è la lezione da imparare. La risposta è sempre in queste doti: Amore, Pazienza, Disciplina…

Il 2018 mi sta dando tante lezioni. Una malattia improvvisa, un lavoro che non è come quello che hai lasciato prima di trasferirti… Anche controvoglia, bisogna abbassare il capo e rendersi umili finchè la lezione finisce e si impara qualche cosa. Nel mio caso è l’adeguarsi ad una nuova cultura, ad uno stile di vita molto più lento e “arruffato” con frustrazioni annesse e connesse.

Non mi fraintendete, non voglio né pontificare né scoraggiare coloro che invece vivono una vita serena e briosa. Il percorso nella vita, è diverso per tutti. Alcuni hanno un costante salto ad ostacoli, altri arrivano al traguardo senza passare dal via. Alcuni hanno un percorso in superstrada, altri in tortuose strade di campagna. La vita è bella perchè è varia! Mio nonno diceva che senza i problemi non si apprezzerebbero le gioie.

Il mio cibo rispecchia un po’ il mio umore del giorno. Qualche volta monocromo, altre più frivolo.

Sono sicura che molte di voi fanno lo stesso scegliendo i capi da indossare, oppure il trucco, o le scarpe. Ci esprimiamo con ciò che ci rappresenta meglio. Per me è il cibo, ovviamente.

Oggi ho scelto per voi una ricetta senza glutine e con pochi carboidrati.

Piove da giorni qui alle Hawaii, ed avevo bisogno di un pizzico di Primavera, quindi me la sono messa nel piatto con questi fiori di Ciliegio di Sakura.

Un po’ di Asia, un po’ di Hawaii, e lo spirito Italiano che nonostante tutto, si adatta, si piega, ma non si spezza MAI.

Mahalo, Mangia, Enjoy!

Pesce “Ono” in salsa allo Zenzero con Zucchini fritti e Riso Pilaf

Ingredienti per due persone:

1 Filetto di Pesce bianco fermo da circa 200 g

Marinatura:

2 cucchiai di aceto di Riso

2 cucchiai di succo d’arancia

1 cucchiaio di salsa di soia

uno spicchio d’aglio tritato finissimo

un cucchiaino di zenzero fresco grattugiato (o piu’ a seconda dei gusti)

2 cucchiai di olio vegetale.

Esecuzione:

Mescolate tutti gli ingredienti e marinate il pesce per massimo un’ora.

Cuocetelo in padella a fiamma media, aggiungendo la marinatura a poco a poco.

Zucchini fritti:

1 Zucchino grande

Tritato a bastoncini finissimi

Olio per friggere Q.B

Sale

Con un mandolino oppure a mano, tagliate la zucchina a bastoncini sottili.

Metteteli in un tovagliolo di carta ad asciugare bene, e far pardere un po’ di acqua.

Friggeteli in olio caldissimo finché dorati. Ci vorrà qualche minuto.

Scolateleli e salateli.

Metteteli da parte finche’ il pesce sarà pronto.

Riso Pilaf:

350 g di riso bianco. Lasciato a bagno un’ora

500 ml di acqua

sale

Aglio e erba cipollina, semi di sesamo e quant’altro vi piaccia.

Esecuzione:

Dopo aver lasciato il riso a bagno un’ora, sciacquatelo.

Mettetelo in una teglia da forno non troppo grande.

Versatevi l’acqua ed il condimento a piacere. Salate.

Coprite con un foglio d’alluminio.

Infornate a 250 C per 18 minuti (si forno caldissimo) a convezione.

Senza aprire il forno e senza rimuovere l’alluminio, cuocete ora a 180 C per 10 minuti.

Spegnete il forno ma lasciatevi la teglia coperta per altri 10 minuti.

Voilá, il vostro riso Pilaf è pronto!

NOTA: Qualora tutta l’acqua non si sia assorbita, rimettete in forno. Se invece il riso non è cotto ma l’acqua è evaporata, aggiungetene altra e cuocete sempre a 180 gradi.

I forni non sono tutti uguali, specialmente se non avete la convenzione.

I fiori Sakura si trovano su Amazon, mentre le Tasche di soia Inari in qualsiasi negozio Asiatico.

Rosa, Hawaii

Loading...

Author

Food Guest

Food Guest

Questa rubrica nasce dalla curiosità culinaria insita in ogni italiano: vivere all'estero vuol dire voler ricreare i sapori della tradizione e le ricette dell'infanzia per non dimenticare le proprie radici ma anche scoprire nuovi ingredienti e ricette sperimentandoli con la nostra capacità di trasformare semplici piatti in delizie. Ecco quindi una selezione di ricette della tradizione italiana e altre invece etniche presentate proprio dalle expat Italiane sparse nel mondo, raccontandoci anche la storie dietro a questi piatti.

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */