Viaggi

Come ho organizzato la mia vacanza in Norvegia

La Norvegia è una di quelle mete che io e mio marito sogniamo e desideriamo da anni.
Terra di fiordi, paesaggi emozionanti, strade panoramiche, natura mozzafiato e parchi immensi.
Un luogo unico per la sua bellezza, dove la natura è la vera protagonista.
Vivere nel deserto fatto di dune, sabbia e sole che scalda per diversi mesi l’anno ci ha dato la spinta per organizzare questo viaggio che da tanto tempo desideravamo.
Abbiamo aspettato anche che i bambini fossero grandi e indipendenti, capaci di sostenere da soli le lunghe e faticose camminate su e giù per le montagne e soprattutto avessero l’età giusta per godersi il viaggio e, forse, poterselo ricordare quando saranno grandi.

A Natale ci siamo decisi, abbiamo comprato la Lonely Planet, la nostra guida nonché compagna di viaggio ed abbiamo iniziato la programmazione della nostra vacanza in Norvegia.

“La Norvegia è una meta molto speciale e il segreto del suo fascino è semplice: è uno dei paesi più belli al mondo”.
Anthony Ham, autore Lonely Planet

Ecco dunque, a seguire, la mia vacanza in Norvegia nei dettagli.

PERIODO DEL VIAGGIO
Abbiamo scelto luglio, unico mese in cui mio marito poteva prendersi una vacanza, quindi una scelta piuttosto obbligata. Precisamente 8-17 luglio, nove giorni.

VOLO
Ryanair con partenza da Bergamo e arrivo ad Oslo.

TRASPORTI
Abbiamo deciso di prendere un’auto a noleggio per poter girare liberamente e visitare ogni giorno qualcosa di nuovo.

ITINERARIO
Non è stato facile deciderlo.
La Norvegia è grande, ma soprattutto offre un’infinità di cose da visitare ed è fondamentale scegliere cosa si preferisce vedere: città, fiordi, parchi, montagne, la costa o il nord artico.
Dopo aver consultato la Lonely e aver letto diverse recensioni di viaggi in internet, finalmente mio marito ha stilato il suo itinerario di viaggio.
Partiremo da Bergamo con arrivo a Oslo, dove pernotteremo per una sola notte.

Ecco l’itinerario della vacanza in Norvegia in dettaglio:

GIORNO 1
Breve visita della città di Oslo e partenza per Lillehammer. Qui andremo a vedere il famoso centro olimpico e ci fermeremo per la notte.

GIORNO 2
Partenza da Lillehammer per la Valle Gudbrandsdalen. L’arrivo è previsto a Sjoa dove vorremo provare l’esperienza del rafting, qualcosa di semplice perché ci saranno anche i bambini.

GIORNO 3
Partenza per le strade panoramiche che portano al Parco nazionale Dovrefjell-Sunndalsfjella. Qui abbiamo programmato di fare un po’ di trekking nel parco. Il pernottamento sarà a Hjerkinn.

GIORNO 4
Faremo base a Lom, dove mio marito ha scelto come alloggio una casetta tipica tutta in legno. Essendo la Norvegia un paese piuttosto costoso, abbiamo scelto di alloggiare in ostelli o casette di legno dove utilizzeremo i nostri sacchi a pelo e asciugamani per non dover pagare ogni volta un sovrapprezzo.
Da qui partiremo per escursioni giornaliere sul tetto della Norvegia tra ghiacciai e rifugi, il paradiso per mio marito!

GIORNO 5
Discesa verso i fiordi tra dolci colline, laghetti e foreste, per arrivare all’Eidfjord, patrimonio dell’Unesco. Da qui si può scegliere di fare una mini crociera oppure noleggiare le biciclette o le canoe. Pernotteremo in una villetta affacciata sul fiordo.

GIORNI 6/7
Visita al canyon nelle vicinanze del fiordo. Dopodiché ci sposteremo verso la costa passando per Voss.
Nel primo pomeriggio è previsto l’arrivo a Bergen, una famosa cittadina situata tra i fiordi e le montagne in un tipico paesaggio costiero norvegese. Bergen è considerata una delle città più belle d’Europa. Le sue antiche case di legno sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

GIORNO 8
Partenza da Bergen attraversando fiordi, ponti, traghetti arriveremo a Stavanger, una bella cittadina sul mare, vivace centro culturale ed estivo.
Il marito ha previsto un’escursione per arrivare a Preikestolen, la famosa pietra sospesa, uno dei punti più panoramici al mondo.

GIORNO 9
Ritorno ad Oslo passando per paesaggi magici e desolati tra dolci colline e acquitrini.

Confesso di essere davvero emozionata ed entusiasta per questa vacanza in Norvegia che da tanto tempo desideriamo.
Ho già acquistato un diario di viaggio dove scriverò tutto per ricordare ogni emozione vissuta, i nomi dei luoghi, e per conservare biglietti da visita di ostelli o locali dove siamo stati. Così potrò rivivere ogni momento prezioso di questa bella avventura con la mia famiglia.

Chi di voi è già stato in Norvegia?
Avete consigli preziosi da darmi?

Drusilla, Arabia Saudita

Loading...

Author

Avatar

Drusilla Arabia Saudita

Expat per amore. Mamma di due terribili quanto adorabili maschi.
Nata nell’afosa e nebbiosa pianura padana, cresciuta con la voglia di andarmene a scoprire il mondo. Fidanzata da sempre con un imprevedibile uomo che mi ha portato prima in Libia, poi in Kuwait ed ora in Arabia Saudita. Appassionata della vita expat. Amo scoprire nuove culture, relazionarmi con nuovi mondi, leggere, pasticciare con i miei figli e vivere circondata dalla natura.

4 Comments

  • Goditi il cibo! gamberetti, caviale, insalata di patate e salmone ovunque… me la ricordo con molto piacere la vacanza tra svezia e norvegia! Ma anche i dolcetti non sono male e il pane era buonissimo

  • Ciao noi siamo una famiglia italo francese ex-expat in paesi caldissimi, quindi abbiamo sempre scelto mete fresche per l’estate e girato tantissimo in Scandinavia.
    Il vostro itinerario è già strutturato molto bene, ma mi permetto di consigliarvi di vedere almeno una stavkirke (chiesa di legno norvegese risalente al medioevo) quella di Urnes è la più famosa, ma ce ne sono molte in giro in particolare lì tra Hjerkiin e Lom.
    Due escursioni che avevano fatto impazzire mio figlio adolescente e le bimbe di 7 e 9 anni sono state: l’isola del violinista Ole Bull fuori Bergen con il suo palazzo eclettico, la mancanza di macchine in giro, quindi la possibilità di correre ovunque per loro e un mare azzurrissimo; l’altra è stat l’escursione sul ghiacciaio Nigardsbreen. Io ero un po’ preoccupata per la piccola, ma allo stesso tempo volevamo fare una camminata più lunga di un’ora che era quella proposta alle famiglie, quindi avevamo prenotato una guida privata e si è rivelata una scelta ottima: accompagnatore super competente e attento anche ai più piccoli tant’è che i ragazzi erano così coinvolti che non volevano più scendere dai ramponi!

  • io ho adorato le città di Oslo e Bergen ma anche il nord della Norvegia, con Trondheim in testa! escursioni noi ne abbiamo fatte poche, tranne Capo Nord ma abbiamo navigato con la nave postale tra i fiordi e, d’inverno, fatto un’escursione con la slitta trainata dai cani..magico!

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */