#expatimbruttito

Ma come ti vesti? Summer edition per expat!

Written by Valentina Svizzera

Se fosse una barzelletta sarebbe una di quelle dove ci sono un italiano, un francese e un tedesco… Sì, questo dà l’idea della mia veneranda età anagrafica, lo so, comunque: se fosse un format tv (così torniamo a tempi più attuali) potrebbe essere un Ma come ti vesti? Summer edition per expat! Se fosse un post di FB sarebbe: come si vestono gli stranieri in vacanza… Tutto questo giusto per darvi il tono del post di oggi, in fondo siamo in estate, e abbiamo bisogno di svago e leggerezza, no?

Insomma una volta l’italiano in vacanza lo si riconosceva dall’immancabile zaino Invicta (pratica -spero vivamente -caduta in disuso). Oggi sono meno pronta, credo che l’italico si riconosca dalla scarpa griffata (sarà per quello che non mi danno mai dell’italiana), dall’occhiale da sole anch’esso firmatissimo, accompagnato dal costume ton sur ton con il pareo? Insomma, in genere noi (mi ci metto dentro, anche se per me non ci sta tanto) siamo quelli caciaroni e modaioli, si sa. Ma come si riconoscono i cittadini delle altre nazionalità in vacanza? Ho chiesto aiuto alle altre Amiche di Fuso, per avere una carrellata di tipi, ed ecco cosa è saltato fuori:

  • L’Australiano: l’australiano medio beve un sacco e fa festa appena può. Visitare attrazioni e posti culturali viene nettamente al secondo posto rispetto a divertirsi il più possibile. Crema solare sempre e comunque, così come il cappello per non scottarsi. L’Australiano vero in spiaggia se ne sta coperto salvo giusto il tempo di farsi un bagno.
  • L’Americano in vacanza: bambini impomatati con crema solare a strati, con cappelli, shorts multitasche e iPad a seguito. Donne con shorts, canotta e scarpa da palestra. Uomo con immancabili shorts calzino di spugna rigorosamente bianco. Per i più audaci camicia a maniche corte hawaiana, se no camicia maniche corte o t-shirt. Spesso mangia da Mc Donald. Irrinunciabili il  berretto da baseball e occhiali da sole sportivi!
  • Il Francese: in vacanza si riconosce dai tre figli di età molto ravvicinata, tanto da pensare a gemelli spaiati, di cui almeno uno costantemente vestito a righe. Tipicamente magri e attivi si riconoscono perché vestiti quasi bene, ma in modo differente da come farebbe un italiano, meno convenzionale. Si differenziano dagli olandesi perché meno biondi e più bassi e vestiti meglio. E poi quella r. Qualunque lingua parlino potreste mai avere dei dubbi con quella r e l’accento sempre alla fine delle parole? Anche la nostra Anna ormai è Anná…
  • Il Giapponese è facilmente riconoscibile. Solitamente agghindati con macchina fotografica da un milione di dollari, cappellini e visiere contro il sole, sia mai che si abbronzano, vestiti bene ma un po’ stile agé, sembrano essere completamente ignari del male del mondo, dunque si fanno scippare appena messo un piede a Parigi/Roma/Londra!
  • Il dubaiano: il marito è vestito alla moda con la moglie coperta al seguito, i figli selvaggi anche loro vestiti con abiti firmati e di solito altre donne al seguito che non si sa bene se siano le seconde mogli (assai difficile), oppure la sorella, la cognata, la madre o la suocera… Lui cammina davanti e tutti gli altri dietro. Non si sa se volutamente, ma sembrerebbe…
  • Il Kuwaitiano affitta una villa, anzi spesso la possiede proprio. Altrimenti preferisce un albergo ultramoderno. Ovviamente ha macchina importante e lussuosa. Ordina la lasagna, sa sicuramente qualche parola di italiano e dice che gli italiani sono friendly.  Viaggia in gruppo familiare, non indossa abiti tradizionali, ma casual e non disdegnerà di guardare qualche partita di calcio…
  • L’inglese non va mai al mare, ma solo in piscina (come anche gli olandesi). I figli fanno il bagno coperti da mute! Non hanno passione per il nostro cibo, ma non disdegnano l’alcool. I figli anche in vacanza a letto 18.30 (che ci svelino il loro segreto!)
  • Lo scozzese: il cliché vuole che tornino rossi come aragoste perché non vedono mai il sole! E come il resto dei centro/nordeuropei beve cappuccino non a colazione, ma pranzo o cena indifferentemente!
  • Svizzeri: è difficile avvistarne fuori dal territorio nazionale, un po’ perché si confondono rispettivamente con tedeschi, francesi e italiani (accento a parte, ma non parlano con gli sconosciuti!) un po’ perché amano così tanto la loro terra, che spesso stanno in vacanza in Svizzera. I viaggiatori veri però sono estremi, li trovi dall’altra parte del mondo, ovviamente zaino in spalla, e se la cavano in strutture locali anche perché sanno bene le lingue…
  • Il tedesco: Il classico tedesco (anche se c’è molta differenza tra chi viene dalle grandi città e chi no) lo riconosci ancora oggi dal sandalo sportivo con il calzino (sì anche bianco, ancora non è stato messo fuori legge), la crema solare protezione mille (un po’ come me) ma totalmente coprente, che spalmarla è una impresa titanica, dall’abbronzatura da muratore con il segno della tshirt e dal cappuccino come drink in accompagnamento ai piatti salati, o anche dopo cena! Altrimenti ovviamente birra, vino bianco e hugo! Ah se ne incontrate uno e volete farvelo amico, piantategli l’ombrellone, non ne sono molto capaci!

E voi, avete caratteristiche o nazionalità da aggiungere? Buona expat vacanza a tutti!

Loading...

Author

Valentina Svizzera

Mamma di due bimbi scatenati, un’indole girovaga e curiosa e l’amore mi hanno portata a rimbalzare come la pallina di un flipper tra città e nazioni diverse, con un comune denominatore, il tedesco, nelle sue varianti e dialetti… e io che sognavo il mare, il caldo e idiomi più dolci! Tra le altre cose, autrice di libri per bambini, blogger, craftomane e pinnatrice compulsiva.

1 Comment

  • Il cinese: viaggia sempre in gruppo di almento 4-5 persone, armato di qualsiasi oggetto che possa fare foto, immortala tutto e tutti. Mangia di continuo (solo il suo cibo), e gira sempre armato di ombrellino o di qualsiasi cosa che possa fare ombra. Come il giapponese, sia mai che si abbronzi! Se mai li incontrate al mare, li riconoscete perché quando fanno il bagno sono bardati di mute dalla testa ai piedi…

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */