#expatimbruttito

Whatsapp, manna e castigo dei tempi moderni

Monica India
Written by Monica India

Alzi la mano chi non ha mai buttato gli occhi al cielo almeno una volta alla comparsa dell’ennesimo gruppo Whatsapp a sorpresa…
Vedo molte mani alzate, lo sapevo!

Perché diciamocelo Whatsapp é tanto una manna, quanto un castigo dei tempi moderni.

I lati positivi sono tanti, partiamo pure da quelli: sentirsi vicini ad amici e parenti che, ahimè, molti di noi, non possono avere vicini nella quotidianità, é un mezzo rapidissimo per scambiare informazioni, luoghi, foto e video!

E per chi vive all’estero da tempo e ha amici ad ogni latitudine, Whatsapp permette di avere sempre qualcuno collegato ad un certo fuso orario con cui fare due chiacchiere…. ma, e gia’ compaiono i MA… che ci può anche spammare di quotes of the day o di “Buongiorno” fino allo sfinimento anche di notte!

Ed eccoci già ai lati negativi…

I gruppi! Ne vogliamo parlare? Ognuno di noi sicuro ne ha di innumerevoli! Vediamone alcuni:

  • Il Gruppo della Scuola: se si hanno tre figli come me, fanno tre chat dedicate. Nate con il nobile intento di scambiarsi informazioni utili, ma che poi finiscono sempre irrimediabilmente per essere un delirio di frustrazioni e lamentele di ogni genere e tipo.
  • Il Gruppo del Condominio. Il nostro è composto da sette torri da venti piani l’una, con due appartamenti a piano. Fate un rapido conto del numero di Buongiorno e ho un alveare sul balcone io possa ricevere.
  • Il Gruppo dei colleghi, che poi ha ovviamente trenta sottogruppi sotto tematici, spesso mi chiedo se qualcuno lavori realmente…
  • Il Gruppo dello Yoga e sport vari. Carino nato sicuramente con l’intento di condividere una passione, ma che poi ha sempre qualcuno che non resiste a divagare e divagare ancora…
  • I gruppi degli amici dove abbiamo vissuto precedentemente, nel mio caso ho quello della California, di Londra, di Delhi, di Chennai, di Pune… che hanno altre mille sotto diramazioni.
  • E poi vogliamo aggiungere i gruppi estemporanei per pranzi, cene, regali, barbecue, vacanze o “chi ha trovato la crema di mio figlio in piscina”, Seriously ?

Un rimescolio spesso delle stesse persone, in formazioni diverse e deliranti.

Viviamo decisamente in un’era di incontinenza verbale scritta e di emoji che sostituiscono interamente scambi reali e sentimenti.

Whatsapp sta sostituendo il contatto umano, anche quando non ci sono reali ragioni di distanza geografica. Due occhi a cuore, no, non sostituiscono un abbraccio o una telefonata!

La velocità sostituisce ormai troppo spesso la sostanza.

Ma, per quel che mi riguarda, adesso basta!

Ho deciso di farmi rubare meno tempo da tutto cio’, perché il tempo è prezioso e va impiegato in scambi di valore e reali.

Manterrò il buono che offre, la possibilità di accorciare le distanze con chi effettivamente non c’e’ tutti i giorni e adoro sentire vicino a me, ma per il resto … Sono in fase detox, in uscita da questo mezzo che troppo spesso “ruba tempo” prezioso alla vita reale, a chi hai davanti agli occhi e non dietro ad uno screen.

E voi, che rapporto avete con Whatsapp?

Monica, India

Loading...

Author

Monica India

Monica India

In giro per il mondo da 13 anni, l’età esatta della nostra prima bimba! Mamma di 3 bimbi ora. Da workaholic a viaggiatrice seriale! Abbiamo vissuto a Londra, Delhi, San Francisco, Pittsburgh, Chennai e ora Pune! Dal primo al terzo mondo e ritorno! Genovese di nascita, ma ho vissuto tutta la mia vita lavorativa a Milano. Con l’India ho un rapporto particolare, ne ero terrorizzata, ora è casa e trovo familiari i suoi usi e costumi! Adoro avere amiche da tutto il mondo perché la diversità culturale riempe da sempre il mio bagaglio di vita! Mi occupo di intercultural training e executives coaching.

4 Comments

  • La penso esattamente come te e da tempo mi rifiuto, per esempio, di fare gli auguri di compleanno o simili nel gruppo: se tengo realmente a quella persona, la chiamo o le mando un messaggio rigorosamente privato.
    I gruppi sono utili per scambiarsi informazioni utili in poco tempo, ma l’abuso per scrivere banalità o scambiarsi faccine è urticante…col rischio che le cose importanti si perdono!
    A volte mi sembra di subire proprio una violenza…esagero?

    • Io li vivo come un’imposizione, come se stessi prendendo un caffè ad un tavolo da sola e mi si sedessero in 5 allo stesso tavolo senza chiedere! Ecco la sensazione e’ quella 😀 infatti ormai mi alzo da quel tavolo appena posso con educazione ma anche alla velocità della luce 😉

  • Ho avuto pure io un periodo dove ricevevo solo inviti a gruppi whatsapp…un vero incubo!!! Adesso per fortuna sembrano limitarsi solo a occasioni speciali (compleanni, feste, grill) e le persone escono con incredibile velocita´ dai gruppi se non vi possono partecipare o se l´evento si e´gia´concluso. Che fare con quelli che rimangono aperti ma non sono attivi? E che magari hai creato tu stessa? Arrrghhhh quelli li odio terribilmente!!!

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */