Espatrio

Brunico, un anno dopo

Avatar
Written by Drusilla Italia

E’ passato già un anno dall’arrivo a Brunico.
Dodici mesi trascorsi tra le meravigliose montagne del Südtirol.
Trecentosessantacinque giorni di Italia, più o meno, tra lezioni di italianità e cultura altoatesina.

Questa nuova avventura, in confronto alle precedenti, è stata più facile dal punto di vista linguistico. Anche se i miei figli hanno dovuto affrontare il tedesco a scuola e nella vita di tutti i giorni.

Un’esperienza più sfidante dal punto di vista climatico. Abbiamo affrontato il primo inverno serio dopo anni vissuti tra i deserti di Kuwait e Arabia Saudita.

E’ stato un anno di nuove conoscenze: mamme di compagni di classe dei miei figli conosciute davanti alla scuola, signore che frequentano la mia palestra e donne locali culturalmente molto interessanti e stimolanti incontrate al corso di conversazione in inglese. Ho stretto amicizia con alcune, poche, ma mi fermo a chiacchierare e parlare con tanta gente quando esco di casa. Confesso che ho superato di molto le mie aspettative!
Vivere a Brunico mi ha permesso di spalancare le porte di casa agli amici. Mostrare loro il mondo in cui vivo. Condividere con loro le sensazioni di questa nuova avventura è stato indescrivibilmente fantastico.

Un anno fa riflettevo sulle tecniche per affrontare al meglio un nuovo inizio.
Oggi mi godo tutti gli ottimi risultati ottenuti!

E’ stato un anno entusiasmante, intenso, carico di novità e scoperte.

Brunico, un anno dopo…

Naturalmente non è andato tutto come pensavo.
Brunico non è privo di difetti. Ma ho imparato a guardare il mondo dalla prospettiva giusta.
E vi confesso che preferisco soffermarmi sugli aspettivi positivi ed i pregi che questo luogo mi sta regalando piuttosto che sui suoi difetti. In fondo, non esiste il luogo perfetto dove vivere!

Quali sono state le cose positive del vivere a Brunico?
Tante!
Tantissime…
La natura, il cibo, l’aria, l’organizzazione, la semplicità, l’acqua, le tradizioni…

In quest’ultimo anno ho imparato ad andare sulle piste ciclabili senza provocare incidenti.
Ho scoperto tutta la bellezza dell’andare in montagna in inverno, mangiare in malga e camminare al freddo.
Sono riuscita a recuperare la tradizione del vivere la domenica.
Ho imparato ad usare sciarpa, guanti e cuffia per evitare di morire assiderata.
Mi sono riappropriata delle quattro stagioni. Mi sono goduta tutta la bellezza dei colori d’autunno, dei profumi della primavera, il freddo dell’inverno e lo spettacolo che regalano i cieli estivi.
Ho vissuto tutta la magia del Natale con i Mercatini dell’Alto Adige.
Ho ritrovato il calore dell’entrare in una biblioteca e perdersi tra gli scaffali colmi di libri.
E poi ancora i Krampus, l’hockey sul ghiaccio, il verde dei prati, i bretzel, i marmelade krapfen, la maestosità delle montagne, il suono della sirena ogni sabato a mezzogiorno…

Insomma, questo primo anno a Brunico è stato un anno perfetto in tutte le sue imperfezioni!

Drusilla, Galelli

Loading...

Author

Avatar

Drusilla Italia

Expat per amore. Mamma di due terribili quanto adorabili maschi.
Nata nell’afosa e nebbiosa pianura padana, cresciuta con la voglia di andarmene a scoprire il mondo. Fidanzata da sempre con un imprevedibile uomo che mi ha portato prima in Libia, poi in Kuwait ed ora in Arabia Saudita. Appassionata della vita expat. Amo scoprire nuove culture, relazionarmi con nuovi mondi, leggere, pasticciare con i miei figli e vivere circondata dalla natura.

2 Comments

  • che bello leggere tanta positività e soddisfazione!!! Il tuo atteggiamento ha fatto sicuramente la differenza, perchè non deve essere stato facile…sono felice per te e i tuoi figli!

  • Rispetto al deserto è sicuramente un posto diversissimi, ma mi è piaciuto scoprire il luogo in cui vivi seguendoti, quest’anno. Ho amato lo sguardo cerco di stupore con cui hai raccontato la vostra esperienza e spero di leggere ancora molte vostre avventure!

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */