Vivere all'estero

A(mare)

A(mare)
Avatar
Written by Alessia Louisiana

Come tante altre expats hanno scritto prima di me, arriva il momento di parlare delle ferie, le mie ferie.
Le mie non differiscono di molto da quelle descritte dagli altri, infatti, la parola “vacanze”, da 8 anni a questa parte significa principalmente prendere un numero imprecisato di aerei, flagellati da mille ritardi, per intraprendere il viaggio della speranza verso quella che una volta era casa mia in un altro continente.

Per diversi anni sono stata molto fortunata e sono riuscita a tornare due volte all’anno, una per Natale per festeggiarlo con i miei cari e rivedere tutti gli amici, ed una in estate. Quest’ultima era più di una vacanza per me, era una necessità.

Si dice spesso che chi è nato in riva al mare, il mare se lo porta dentro, e io ci credo.
Ero stata relativamente lontana dal mare solo una volta nella mia vita prima di adesso, quando studiavo a Firenze. Già ad allora, passare quel paio di mesi all’anno senza vederlo mi pareva una tortura. Da allora mi ero ripromessa di abitare sempre sulla costa. E così era stato per un po’, prima a København e poi a Santa Barbara. Ad un certo punto però mi sono innamorata di New Orleans… un posto dove il mare non c’è.

Certo non è distante dalla costa, ma come avrete letto nell’altro post, anche poche miglia sono una grande distanza quando non si ha una macchina.
Così ho sempre tirato un po’ la cinghia per poter tornare dal mio Mar Ligure ogni estate.
Purtroppo, come molte expats che vivono negli Stati Uniti sapranno, non è sempre facile conciliare i ritmi lavorativi e il bisogno di staccare : sono finita col trascorrere 2 estati senza poter vedere il mio amato mare.

L’anno scorso, sfinita da questa lunga separazione, ho preso tutti i risparmi e sono andata in vacanza in un parco in Florida per 5 giorni.
E come Daryl Hanna in una Sirena a Manhattan, appena messi i piedi in acqua mi sono rigenerata.

Forse a molti questo bisogno di stare al mare sembra esagerato, ma so che altri potranno capire e ritrovarcisi.

Il profumo di salsedine, il rumore delle onde, le dormite sulla spiaggia (perchè niente mi sfinisce di più che una giornata in spiaggia :))… e per chi lo mangia, il sapore del pesce mediterraneo.

Mi mancano i miei viaggi, visitare posti nuovi, conoscere nuove realtà, ma se potessi scegliere una sola meta delle vacanze per il resto della mia vita, sarebbe sicuramente un paese sulle coste del Mediterraneo.

E qual’è il vostro posto del cuore per le ferie?

Alessia, Louisiana.

Loading...

Author

Avatar

Alessia Louisiana

Pigra e sarcastica, ma piena d’ironia e con un cuore enorme.
Travolta dal destino (e non nell’azzurro mare di agosto), sono finita a vivere nella città che sognavo, patria di Jazz, Bayous e alligatori.
Tra uno shot whiskey e un crawfish boil, vivo avventure strambe in compagnia di personaggi improbabili.

8 Comments

  • Come ti capisco. Anche io credo di essere mare-dipendente e di sicuro il Mediterraneo è tra le mie mete preferite. Quest’anno ho finalmente scoperto il Salento ed è proprio quella la mia idea di mare perfetto. In Australia (Vic) ci sono delle spiagge meravigliose ma l’oceano mi spaventa, è troppo impetuoso!

    • Cara Laura, sono anni che penso di andare a scoprire quella zona, vedo sempre delle foto bellissime, prima o poi ci riusciro 🙂

  • Pur venendo da Milano, l’acqua è sempre stata il mio elemento… E per fortuna ho la possibilità di vivere a Sydney, dove sono circondata dal mare… Anche sela mia sete di mare non si placa male…

    • Claudia, leggevo un articolo tempo fa che diceva che l’uomo ha bisogno di vivere vicino all’acqua anche per il benessere mentale. Non posso che concordare in pieno

  • ‘Ah il mare…!’ Mio marito mi prende in giro per questa mia esclamazione non appena vedo il mare. Certo non e’ il mare mediterraneo, qui e’ color petrolio, e non azzardarti a mettere i piedi in acqua perche’ diventano ghiacciolini… Ma non c’e’ nulla come la vista del mare e l’orizzonte che non finisce mai… Si’, ti capisco!

    • Laura, ormai mi emoziono a vedere pure il mare del Golfo del Messico di fronte alle coste di Louisiana e Mississippi, che è tutto meno che bello (l’acqua in prossimità del Delta è un possa fangosa), ma meglio di niente, sigh!

  • Il posto del cuore per le ferie? La montagna sicuramente! Ho il mare qui, ma anche qui come scrive Laura Galles, se metti i piedi in acqua ci sono grandi possibilità che diventino ghiacciolini :-). E poi nel piattume del sud della Svezia non sogno altro che le alpi, le belle passeggiate e i panorami 🙂

  • Da Siciliana ti capisco alla grande, e la Liguria, per me che adesso sto in Piemonte, è come l’ora d’aria…quando sono su Genova e dall’autostrada si intravede il mare già mi si apre il cuore… in questo momento sono alle cinque terre…mangerò un fritto misto anche per te!

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */