Guests

Dall’Australia: Elena

Avatar
Written by Guest

Ispirata e sentita, la storia illustrata The Broccoli Family meets The kangaroo di Elena Bertocco aiuterà i più piccoli ad imparare nuove parole e semplici costruzioni verbali. L’intero racconto si svolge in Inglese ed in Italiano e tra un canguro ed una parola colorata lo riscoprirete utile e divertente. La presenza degli animali Australiani non mancherà e li incontreremo tutti, dal più famoso al più temibile. Che altro dire se non che The Broccoli Family lo trovate su Amazon! Laciamo la parola direttamente a Elena.

Ciao a tutte le “Amiche di Fuso”,
mi chiamo Elena Bertocco, sono Italiana e negli ultimi quindici anni ho vissuto negli Stati Uniti d’America, in Inghilterra e da sei anni vivo con la mia famiglia nella capitale dell’Australia, Canberra. Sono mamma di 3 bambini, anzi come dicono loro ragazzi!

La passione per la storia e l’arte mi hanno portato a lavorare al National Gallery of Australia come guida. Adoro interagire con studenti e con i più scettici dell’arte. Poi quando tutti dormono apro la valigia della creatività e scrivo e illustro libri bilingui per bambini.

Bilingue o bilinguismo erano concetti lontani, astratti per mio marito e me. Ma tutto è cambiato quando undici anni fa è nato il nostro primogenito. Vivendo all’estero il nostro obbiettivo era quello di mantenere viva la cultura Italiana e che imparasse l’Italiano per poterlo usare quando andavamo in Italia.

Detto fatto mi sono informata leggendo libri, articoli e chi più ne ha più ne metta sul bilinguismo. La mia grande sorpresa e gioia era nel leggere pochi punti negativi e i molteplici benefici del bilinguismo.

Per esempio: il bilinguismo facilita ad imparare a leggere e scrivere prima del monolinguismo. Una maggiore flessibilità mentale nel risolvere diverse situazioni. Una capacità maggiore di apprendere una terza lingua. E poi, forse, cosa che a noi come famiglia di espatriati è più cara, una maggiore sensibilità nell’apprezzare culture diverse.

Così dai primi giorni dell’arrivo del nostro primogenito abbiamo adottato una regola unica: Italiano a casa, Inglese nel mondo! E dopo undici anni questa regola un po’ drastica sembra aver funzionato sia col primo che con gli altri due figli di 8 anni e 3 anni.

Ma come affrontare tutto questo nel quotidiano? In due parole condivisione e divertimento!

Quando sono piccoli sono veramente ricettivi e seguono la lingua che a loro viene parlata più spesso. Nel mio caso, ciò che ha giocato a favore del bilinguismo è che fino a i 3 anni, i miei bambini sono stati quasi sempre con me. E questo ha di certo creato un forte legame linguistico. Insieme leggevamo libri, ascoltavamo canzoni, guardavamo cartoni: tutto in Italiano. Poi con il passare del tempo ho insegnato loro l’alfabeto e i numeri. Un semplice aiuto che per me ha funzionato molto è stato quello di scrivere le nuove parole che imparavano: in giro per casa c’è sempre un quadernetto pronto all’uso.

Divertimento nel bilinguismo? Si, nel corso degli anni abbiamo avuto degli alti e dei bassi nel mantenere l’Italiano attivo. Così per aumentare l’interesse tempo fa con i miei figli ci siamo messi a scrivere e illustrare piccole storie. Io scrivevo la parte Italiana e loro quella in Inglese. La loro partecipazione è stata molto positiva nell’illustrare e in particolare nel confrontare le parole nelle due lingue. Abbiamo creato personaggi molto fantasiosi: i più simpatici sono la famiglia Broccoli! Da questa esperienza ho preso spunto per dar vita ad una serie di libri bilingui. Vi invito a curiosare nel mio sito.

Molte persone mi chiedono qual è il metodo migliore per crescere i figli bilingui! La mia risposta è semplice: condividere insieme questa avventura! Per noi è stato importante che anche loro si sentano parte attiva. I benefici del bilinguismo durano una vita!

Elena, Australia.

Loading...

Author

Avatar

Guest

Se anche tu sei come noi una #adieffina per il mondo, alle prese con nuove abitudini, costumi, lingua e fusi sei la persona che fa per noi. Raccontaci la tua storia, chiacchiera con noi, allarga i nostri orizzonti. Questo spazio è tutto per te .

1 Comment

  • Complimenti per la creatività. Sicuramente i bambini che nascono e crescono in un contesto multiculturale hanno una marcia in più. Inoltre, avendo la possibilità di parlare più lingue, sviluppano le loro capacità intellettive molto più rapidamente degli altri.
    Bella esperienza di vita, bravi!

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */