#expatimbruttito

Italiano e spagnolo, due lingue non proprio simili

Avatar
Written by Drusilla Italia

Da un paio di mesi a questa parte, il compound ha subito una vera e propria invasione di spagnoli.
Tante nuove famiglie con bambini della stessa età dei miei figli sono arrivate ed il parco giochi al pomeriggio è finalmente affollato; la palestra è frequentata da qualche donna in più ed il bus che ci porta a scuola oramai è al completo.
C’è solo un problema: la maggior parte degli spagnoli che sono arrivati non parla una parola di inglese!
Inizialmente ho pensato: “Vabbè, ma cosa vuoi che sia, italiano e spagnolo sono due lingue molto simili, vedrai che ci capiremo in qualche modo. E poi, gli italiani e gli spagnoli sono due popoli molto simili, sarà semplice integrarsi e fare”.
La realtà però si sta rivelando decisamente molto diversa!

La prima vera differenza che ho notato è il modo di presentarsi.
Noi italiani al primo incontro tendiamo a mantenere una certa distanza fisica e ci limitiamo ad allungare il braccio destro per stringere la mano. Mentre gli spagnoli accorciano direttamente le distanze presentandosi con un bacio che, badate bene, parte sempre dalla guancia sinistra seguendo poi sulla destra!

Io ed i miei figli abbiamo imparato presto a salutare direttamente in spagnolo, ormai ci divertiamo tra un ”Hola, como estas?” oppure “Hola, que tal?” e ringraziamo con un “gracias”.
Ma con il passare delle settimane ho capito che gli spagnoli e gli italiani credono di capirsi, ma non è sempre così semplice. Lo spagnolo è una lingua molto complicata, come l’italiano, e se non l’hai studiata veramente a fondo è difficile da parlare e scrivere.
Ho scoperto che esistono tante parole “false amiche”, ovvero parole di cui sei convinto di conoscere il significato, perché molto simili all’italiano, ma in realtà ne hanno uno opposto.
Ecco alcuni esempi:

Gamba, in spagnolo significa gamberetto, mentre la gamba in spagnolo si dice pierna.
Aceite, assomiglia alla parola aceto in realtà significa olio. Aceto si dice vinagre.
Largo, in spagnolo significa lungo.
Toalla,  parola che ricorda la tovaglia, in realtà è l’asciugamano.
Espalda, assomiglia alla parola spalla, invece in spagnolo significa dietro.
Guardar, sembra guardare, in realtà significa mettere via.
Ma le due “false amiche” più subdole, nonché le mie preferite, sono le seguenti:
Embarazada, che inizialmente ero convinta significasse imbarazzo e naturalmente ho fatto anche una figuraccia a causa di questo! In realtà significa incinta. Ecco, non proprio la stessa cosa!
Molestar, che assomiglia alla parola molestare mentre in spagnolo significa semplicemente fastidio o fastidioso.

Non si finisce mai di imparare e così un giorno ho scoperto che gli spagnoli non utilizzano le parole inglesi, ma le traducono. Ed io che pensavo lo facessero solo i francesi!
E qui ne escono di cose esilaranti! Eccole:

– hot dog viene tradotto come perrito caliente che in italiano sarebbe cane caldo;
– popcorn diventa palomitas;
– computer diventa ordenador;
– il mouse in spagnolo si traduce con ratón.

Questa invasione di spagnoli al compound mi ha così regalato la possibilità di conoscere un’altra cultura che credevo essere molto simile a quella italiana solo perché Spagna ed Italia sono vicini di casa!

Drusilla, Arabia Saudita

 

Loading...

Author

Avatar

Drusilla Italia

Expat per amore. Mamma di due terribili quanto adorabili maschi.
Nata nell’afosa e nebbiosa pianura padana, cresciuta con la voglia di andarmene a scoprire il mondo. Fidanzata da sempre con un imprevedibile uomo che mi ha portato prima in Libia, poi in Kuwait ed ora in Arabia Saudita. Appassionata della vita expat. Amo scoprire nuove culture, relazionarmi con nuovi mondi, leggere, pasticciare con i miei figli e vivere circondata dalla natura.

13 Comments

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */