#expatimbruttito

Natale in Italia e la mia letterina a Babbo Natale…

Monica India
Written by Monica India

E siamo quasi a Natale! Anche se qui in India del Natale non c’è traccia.

Devo guardare il calendario per confermare a me stessa che siamo davvero a Dicembre.

Siamo in maniche corte, non una singola decorazione in giro, di cibo natalizio nemmeno l’ombra, Bublè nei negozi c’é, ma canta la canzone sbagliata…Save the last dance for me! Niente, nessuna avvisaglia. Zero!

É la ricerca di un Natale profano quello che vi sto descrivendo, ne sono consapevole.

Ma faccio subito outing, nonostante i cinque anni di suore e otto di preti fatti a scuola, alla mia età poco é rimasto di tutto quell’insegnamento religioso. Sono quindi alla ricerca di simboli profani, assolvetemi almeno voi per questo.

Tornando all’atmosfera natalizia, come al solito in questo periodo, l’unica cosa che “fa Natale” in India é l’albero che troneggia nel nostro salotto di casa e le musiche natalizie con cui torturo la mia famiglia già da tempo immemore.

Ma quest’anno c’é una novità!

Dopo credo almeno dieci anni toneremo in Italia, ed io sono la più felice!

I nostri bambini sono nati e cresciuti all’estero (e vissuti in Paesi dove si festeggia il Natale solo in tenera età) quindi non si ricordano molto di tutto l’avvento e dei suoi rituali.
Non conoscendo queste tradizioni, semplicemente non le cercano.

Loro sono più nobili di me,  per loro il Natale é stare in famiglia ovunque ci si trovi ed in genere non con più di una generazione di parenti intorno. Io invece…voglio anche il contorno.

Quindi caro Babbo Natale, visto che vengo in Italia quest’anno, te la scrivo anche io una letterina con i miei desiderata, certa di essere stata bravissima tutto l’ anno!

Ecco quello che vorrei:

  • Un bianco Natale, ma senza disagi logistici! Aerei in ritardo e strade ghiacciate, non fanno parte dell’accordo!
  • Vedere tutti i parenti e amici possibili, ma senza che nessuno ci rimanga male, se non ce l’abbiamo fatta…vi prego, capiteci, arriviamo dall’altra parte del globo!
  • Panettone e Pandoro sulla stessa tavola, non farmi scegliere, vivo in scarsità di risorse tutto l’ anno.
  • Vorrei che i bambini ricevessero solo regali piccoli che stiano in valigia senza creare drammi di giganteschi peluche da portare in aereo. O cose che  suonano al metal detector con annessa crisi isterica della bambina che li stringe a sé e non li vuole mollare
  • Vorrei regalini piccoli anche per noi adulti… Insomma, l’enciclopedia Treccani toglie spazio al cibo in valigia e ormai siamo nell’era del digital.
  • Non prendere kg di troppo, e su questo non si transige caro Babbo Italiano! Quindi se puoi esaudisci meno, ma tieni conto di questo punto senza alcun indugio.
  • Niente rotture con le auto a noleggio:”No questo non lo ha prenotato, fanno 200 Euro in più!”.Per favore salvaci coronarie e portafoglio da tutto ciò.
  • Nessun groppo in gola all’ora del rientro, dammi la forza di rientrare sapendo che questa é la vita che ci siamo scelti e che in un luogo solo non ci sappiamo stare.
  • And last but not least che tutti sappiano davvero apprezzare il momento delle festività insieme, non importa quanto breve, non importa cosa sia successo prima o cosa succederà dopo, siamo qui adesso e la gioia di rivedersi è quel che conta. Buon Natale a tutti di cuore! Monica India
Loading...

Author

Monica India

Monica India

In giro per il mondo da 13 anni, l’età esatta della nostra prima bimba! Mamma di 3 bimbi ora. Da workaholic a viaggiatrice seriale! Abbiamo vissuto a Londra, Delhi, San Francisco, Pittsburgh, Chennai e ora Pune! Dal primo al terzo mondo e ritorno! Genovese di nascita, ma ho vissuto tutta la mia vita lavorativa a Milano. Con l’India ho un rapporto particolare, ne ero terrorizzata, ora è casa e trovo familiari i suoi usi e costumi! Adoro avere amiche da tutto il mondo perché la diversità culturale riempe da sempre il mio bagaglio di vita! Mi occupo di intercultural training e executives coaching.

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */