Vivere all'estero

Le vacanze per gli australiani

vacanze per gli australiani
Claudia Australia
Written by Claudia Australia

Mentre voi nell’emisfero nord litigate con gli strati di vestiti, con la neve e il ghiaccio sulle strade e vi riscaldate davanti a un camino scoppiettante con una cioccolata calda o un bicchiere di vino rosso, qua al sud ci prepariamo invece ad affrontare il torrido caldo dell’estate. Eh già, vivere nell’emisfero sud significa avere stagioni invertite e festeggiare il Natale con 40 gradi in riva al mare!

Passato il 25 dicembre, passato anche il 26 – nel mondo anglosassone conosciuto come Boxing Day e festa nazionale – ecco che le città si svuotano, i turisti si riversano nelle innumerevoli spiagge e i locali spariscono in buona parte dalla circolazione. Il periodo che va da Natale all’Australia Day (26 gennaio) è infatti considerato il periodo di ferie per antonomasia per una buona fetta della popolazione australiana.

Per inciso, questa corrisponde solitamente a quella fetta di popolazione che ha figli in età scolastica. Le scuole infatti sono chiuse in questo periodo per le vacanze estive (circa 6 settimane) e le famiglie ne approfittano quindi per concedersi le meritate vacanze. Pertanto, se in questo periodo cercate di prenotare un hotel, un volo o anche solo una piazzola in campeggio, preparatevi a prezzi più alti, minimo numero di notti richieste, e in generale a molta più compagnia di quella che forse vorreste. Idem per tutte le altre vacanze scolastiche sparpagliate durante l’anno. Quando le scuole chiudono 2 o 3 settimane, infatti, le città si svuotano e i prezzi si alzano. Inutile dire che, se non avete figli in età scolastica, vi consiglio caldamente di evitare di viaggiare durante questi periodi a meno che non siate disponibili a pagare prezzi inflazionati.

Durante le “lunghe” (anche se non per i canoni italiani) vacanze estive, molte famiglie ne approfittano inoltre per fare grandi viaggi all’estero. D’altronde, l’Europa è a 24 ore di volo: non avrebbe senso fare tutta quella strada per starci solo una settimana, giusto? E quindi ecco che c’è chi riesce a concedersi 4, 5, 6 settimane a spasso per l’Europa o l’America. Alla faccia di chi in Italia non riesce a fare più di 2 settimane!

Gelosi? Avete assolutamente ragione! Ma tenete presente che il rovescio della medaglia per l’australiano medio è il fatto di non fare vacanze necessariamente tutti gli anni e l’impossibilità di fare weekend lunghi alla scoperta di altre città come tanto piace fare in Europa. L’Australia è un paese enorme, ma le città degne di questo nome si contano sulle dita di una mano: una volta che siete stati a Sydney, Melbourne, Brisbane e così via qualche volta, quali altre città vi rimangono da visitare? Se siete abituati a passare weekend lunghi in altre città, qui resterete delusi. Vorreste fare un viaggetto all’estero ma vicino? Preparatevi lo stesso a qualche ora in aereo per arrivare alla vicina Nuova Zelanda o sud-est asiatico. Decidete invece per un on the road in Australia? Preparatevi a distanze disumane per andare da un posto all’altro e a molte ore di “nulla”.

La mia vista preferita dalla casa per le vacanze dei miei suoceri

La mia vista preferita dalla casa per le vacanze dei miei suoceri

Per chi non ha ancora figli, oppure li ha in età pre-scolare, ovviamente il tempo a disposizione per viaggiare aumenta considerabilmente. La maggior parte delle imprese e uffici in Australia chiudono giusto tra Natale e il primo dell’anno, il che vuol dire non essere forzati a prendere le ferie nel periodo di alta stagione, a parte giusto qualche giorno a fine anno. Gli australiani amano viaggiare, e amano farlo in qualsiasi periodo dell’anno, se in bassa stagione ancora meglio! Per il resto qui si ha molta più libertà che in Italia nel prendere le ferie. Innanzitutto queste solitamente si accumulano di anno in anno e, inoltre, alcuni datori di lavoro permettono di comprare giorni di ferie aggiuntive. Questo consente viaggi più lunghi del normale quando si decide di farli, decisamente opzione preferita alle vacanze brevi ma frequenti.

Ecco, questo è un concetto a cui sto ancora cercando di abituarmi: qui in Australia non è così comune fare weekend lunghi come lo è in Italia, ma al contrario è molto più comune fare lunghe vacanze all’estero, di solito itineranti.

“Ci sarà pure chi non può permettersi lunghi viaggi all’estero”, penserete. Ovviamente sì. Grazie al cielo i voli negli anni si sono fatti più economici, ma i low cost dall’Australia sono comunque piuttosto cari. Abituati ai voli a 9 euro della Ryanair? Ecco, qui potete pure dimenticarveli perché meno di 70-80$ io non ho mai pagato per un volo interno. Immaginatevi quanto possano costare quelli internazionali!

Quindi certo, non tutti possono permettersi di fare vacanze all’estero o anche solo in altre parti d’Australia. In alternativa, queste famiglie si concedono magari vacanze in campeggio non lontano dalle proprie città, e spesso questi campeggi non sono attrezzati – ovvero non sono altro che un pezzo di prato con, se vi va bene, un WC e un rubinetto – e per questo sono molto economici o addirittura gratis. Altra opzione un po’ più costosa è l’affitto di case per le vacanze, alternativa molto amata dagli australiani e che permette di ridurre i costi, soprattutto se si sceglie di cucinare e mangiare a casa.

Insomma, le vacanze per gli australiani sono molto diverse da quelle a cui siamo abituati noi in Italia. Tendenzialmente gennaio è il mese preferito per le ferie – soprattutto dalle famiglie – ma l’intero paese non si ferma come succede ad agosto in Italia. Gli australiani viaggiano in qualsiasi periodo dell’anno e sono meno tradizionalisti, da questo punto di vista, rispetto a noi! Ovunque voi viviate, vi potrebbe capitare di incappare in austaliani in vacanza all’estero: chiedetegli da quando sono in giro e rimarrete stupiti dalla lunghezza del viaggio medio! Ma non fatevi prendere dalla gelosia: da questo angolo di mondo tutto è lontano e costoso, e le vacanze sono veramente agognate! Fatevi raccontare le esperienze di questi viaggiatori e vedrete che ne sentirete delle belle!

Claudia, Australia

Loading...

Author

Claudia Australia

Claudia Australia

Viaggiatrice da sempre, ho studiato e vissuto negli Stati Uniti e Francia, prima di raggiungere definitivamente il mio bell’avvocato in Australia. Dal 2011 chiamo casa questo strambo ma spettacolare paese a testa in giù, e casa lo è diventata ancora di più da quando sono diventata cittadina australiana! Sono all’ultimo anno di un Dottorato di Ricerca, e a breve dovrò seriamente pensare a cosa fare “da grande”. Ma per il momento mi godo la mia vita quaggiù, alla scoperta di paesaggi mozzafiato e una cultura veramente unica, di cui racconto nel mio blog personale Diario dal Mondo

1 Comment

  • Quella foto con gli agapanthus fioriti mi ha allargato il cuore, anche se ho già fatto un bel salto trasferendomi da Milano a Sanremo, potendo quindi vedere il mare tutto l’anno, devo dire che quello dell’estate è un’altra cosa. Ho un’amica che detesta l’estate e ama il freddo. Le ho proposto di comperarci due case simili, una in Italia e una in Australia e scambiarcele ogni sei mesi, in modo che io abbia sempre l’estate e lei sempre l’inverno. L’idea le è piaciuta, ma essendo lei molto più giovane di me è lontana dall’età della pensione e non può… complimenti al buon gusto dei tuoi suoceri!

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */