Libri

L’arte di perdere di Alice Zeniter: tre generazioni tra Algeria e Francia

Veronica Cina
Written by Veronica Cina

Chi ha vissuto in Francia, o chi ne conosce storia o cultura, per ragioni familiari, lavorative, di passione, non può non conoscere la storia delle sue colonie e, successivamente, della loro travagliata indipendenza. Sa benissimo quanti francesi di origine nordafricana, o vietnamita, vivano in Francia. Capisco bene questo multiculturalismo (non sempre riuscito come in altri paesi, va detto), questa abitudine al diverso, al francese dalle mille cadenze, dai mille colori e dalle mille tradizioni.

Naïma è francese, a tutti gli effetti: vive una vita libera, da giovane donna indipendente, lavora per una galleria d’arte, beve un po’ troppo agli apèro e il sabato sera, ha qualche storia sbagliata. Naïma è francese, ma potrebbe essere una qualsiasi ragazza europea. Ed invece per molti rimane l’algerina.

Ma perché? Lei questo paese non l’ha mai visto, non parla l’arabo, non ne conosce la cultura. Forse qualche piatto, qualche canzoncina della nonna Yema, la carrellata di zii e zie dai nomi chiaramente maghrebini (eccezion fatta per Claude, l’intruso della serie). Niente di più.

E inoltre, nessuno le ha quasi mai raccontato nulla. Quando sono arrivati nonno Ali e nonna Yema? e perché sono venuti in Francia? perchè altri membri della famiglia sono rimasti in Algeria?

E papà, Hamid, la seconda generazione, a cavallo fra i due paesi. La fonte più importante di questo racconto travolgente, che ci porterà a scoprire di più su un pezzo di storia francese dolorosa e ancora a tratti oscura, quella dell’indipendenza algerina e della guerra che l’ha preceduta, una guerra dove si faticano a trovare torti e ragioni, ad identificare il bene ed il male.

Chi sono i pieds-noirs? E perché nonno Ali è stato considerato un harki?

Un romanzo che ci prende per mano e dalle montagne algerine ci porta nella Francia metropolitana e ancora indietro, tre generazioni di una famiglia che vede la propria vita sconvolta nel giro di pochi anni, a causa di qualche dettaglio, e delle convinzioni del suo patriarca.

Alice Zeniter è nata nel 1986 eppure al suo attivo ha già romanzi importanti come questo, edito nel 2018, freschissimo, da Einaudi*.

Insomma, leggetelo!

Veronica, Taiwan

*io l’ho letto in francese, se a qualcuno facesse piacere leggerlo in lingua originale, lo trovate sotto il titolo L’art de perdre, edito da Flammarion.

Loading...

Author

Veronica Cina

Veronica Cina

Amante dei viaggi e dei libri, con la mia laurea in Lingue e il mio lavoro in hotel, quando pensavo alla possibilita' di partire dall"Italia la mia immaginazione si fermava a Londra...e invece dopo due anni in Francia, nel 2011 scendo dalla scaletta di un aereo che mi porta dritta a Hong Kong, per quasi quattro anni. Nel 2014 la seconda tappa del tour asiatico: Tokyo, immensa, calma e caotica al tempo stesso. Dopo due anni nella megalopoli giapponese, nuova destinazione è Taipei, capitale dell'isola di Taiwan, che rimarrà nei nostri cuori: qui è nata Beatrice, la nostra bambina. A inizio 2019 siamo arrivati a Shanghai; le prossime tappe rimangono avvolte nel mistero. Più a Oriente di cosi non potevo andare e cercherò di raccontarvi un po' quello che succede quaggiù.

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */