Tips&Tricks Vivere all'estero

Parole arabo-egiziane per sopravvivere in Egitto.

Written by Valeria Il Cairo

Siete arrivati in Egitto o avete in programma di visitare la terra dei Faraoni? Eccomi pronta a svelarvi le parole arabo-egiziane che dovete assolutamente conoscere per destreggiarvi un po’.

Vi ho già raccontato cosa fare se venite al Cairo per una visita lampo, vi ho detto quali cose fare gratis, ma, credetemi, meglio essere pronti sulla lingua.

Vi sembrerà strano e, per me, è stato un vero shock ma qui tante persone non parlano inglese.

Nella vita quotidiana si fa davvero fatica ad essere compresi: al supermercato parlano arabo-egiziano, l’elettricista utilizza prole arabo-egiziane , il portiere parla egiziano, gli autisti in tutta fretta sfoderano solo parole arabo- egiziane. Potrei continuare con una lista infinita. Vi assicuro che questa situazione mette a dura prova anche le persone dotate di estrema pazienza e io non sono tra quelle già in partenza.

Imparare la lingua locale è sempre stato per me molto importante.

Nel lontano 2003, quando ho cominciato questa vita mi sono ritrovata nell’isola di Madeira dove si parla portoghese. Naturalmente non quello del continente, come dicevano i Madeirensi, ma quello isolano spesso e volentieri infarcito dal brasiliano. Ho amato la musicalità del portoghese e, forse proprio per questo, l’ho imparato abbastanza in fretta. Devo ammettere che anche in quel caso l’inglese era poco usato ma io non ho patito, anzi ricordo che quando ho cominciato ad insegnare italiano usavo, come lingua in comune, per i primi tempi, proprio il portoghese. Ultima nota: mia figlia più piccola ha detto la sua prima parole in portoghese: sempre mamma, ma suona così: “mamae”.

In Croazia è stata una tragedia! Il croato è una lingua super ostica e anche tra i miei due figli solo la più piccola lo ha parlato finché abbiamo vissuto a Rijeka. Io mi limitavo ai saluti, al grazie e al prego. Proprio non sono riuscita ad andare oltre e non so davvero come ho fatto visto che anche lì, nel quotidiano, mi sembrava che mi dicessero… “Inglese? è qualcosa da mangiare?” 😉

Infine, sbarcata ad Abu Dhabi prima e in Arabia Saudita poi, ho fatto il grande salto di voler studiare l’arabo classico che però, una volta arrivata al Cairo, non riesco davvero ad utilizzare!

Ecco perché, tra il serio e il faceto, vi lascio qui una breve guida di parole arabo-egiziane da conoscere. Perché dico “parole arabo-egiziane?”

Semplicemente perché c’è una gran differenza tra il parlare arabo, classico, e l’egiziano. Nonostante l’arabo standard sia la lingua ufficiale in Egitto, la lingua degli egiziani che si incontrano quotidianamente è l’arabo egiziano. Si tratta di un dialetto locale che, pensate, è parlato come seconda lingua in molte parti dell’Africa settentrionale. C’è da ribadire che ogni paese arabo ha il suo dialetto e che il dialetto egiziano è diventato anche una lingua usata nella letteratura volgare oltre che nella comunicazione attraverso i social media. Parlare il dialetto egiziano o, meglio, l’arabo-egiziano aiuta a raggiungere tutte le categorie sociali quindi…prendete appunti!

Buongiorno / Buonasera = Sabah el-kheir /Masaa el-kheir

Ciao = Salam

Come stai? = Ezayak?

Molto bene, grazie, e tu? =  Kewayess, el hamdullilah, chukran, wenta izzay el hal?

Arrivederci = Maa salama

Benvenuto / a = Marhaba

Grazie =  Chukran

No grazie= La chukran

Si = Ayoua

Per favore = Law samaht

Prego= Al afû

Non capisco =  Ana mish fahem (fahama, f.)

Scusi= Assif (assfa, f.)

Quanto costa? = Bikam? 

Vorrei mangiare = Ayz/ayza akul. (maschile/femminile) – e si perché in arabo c’è la declinazione maschile e femminile del verbo anche in prima persona!!

Vorrei bere =  Ayz/ayza ashrab

Vorrei dormire = Ayz/ayza anam

Lo scontrino per favore = Elhisab law samaht

Dov’è l’hotel? = Fen el fondoq?

Dov’è il museo? = Fen el mathaf?

Dove sono le piramidi? = Fen el ahramat?

Dov’è il mercato? = Fen el souq?

Posso? = Mumkin?

Caffè = Ahwa/qahwa –  non posso mancare di scrivervi questa parola vista la nostra predilezione per il caffè ma, anche se vi capiranno, non aspettatevi un espresso! Vi dico poi che, per esempio, “dove” in arabo classico è “fi” mentre in egiziano è “fen”…

Questa è la mia personale lista delle parole o frasi fatte in egiziano! La nostra Mimma ha scritto diverso tempo fa un articolo sulle 10 frasi arabe che un expat dovrebbe conoscere e che io conoscevo ma che qui non ho potuto utilizzare, nemmeno una volta!

Andate a trovare le differenze e… bit-tawfīq ovvero buona fortuna!

Valeria, Egitto

Loading...

Author

Valeria Il Cairo

Leccese di origine, dopo aver conseguito la laurea in Scienze Politiche ho cominciato a lavorare a Milano, in una grande società di consulenza americana finché un giorno, con mio marito, ho colto un’occasione di lavoro all’estero che doveva essere temporanea. Correva l’anno 2003. Non sono più rientrata perché col tempo è diventata una scelta di vita per l’intera famiglia.
Ho vissuto tra Europa (Madeira e Croazia) e Medio Oriente (Abu Dhabi e Arabia Saudita) e ora mi trovo a Il Cairo.

Curo progetti volti a condividere le mie conoscenze della cultura e società saudita. Tra gli ultimi uno dei più interessanti è “Mi racconti la tua storia? Parole in libertà dall’Arabia Saudita” in cui ho intervistato italiani sparsi su tutto il territorio saudita invitandoli a raccontare le loro esperienza di vita all’interno di questa società così complessa.
https://www.youtube.com/playlist?list=PLJQYaV-DxvTdQG3LNit_55h9GNVmSJ4NW

Trovate quasi tutto di me su https://linktr.ee/valegirovaga

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.