Guests

Libertà e Possibilità in Australia di Valentina

Written by Guest

Come ci piacciono le nostre amiche sparse nel mondo che trovano il modo di reinventarsi! Ed ecco un altro bellissimo esempio: Valentina torna a scriverci della sua vita in Australia e della sua scelta di lanciarsi in qualcosa che l’appassionato. Seguitela nel suo blog Parliamo di Australia.

Eccomi alla terza puntata ( l’ultima la trovate qui ) del racconto del nostro trasferimento a Perth, Western Australia.

Non è stato facile scrivere questo post, perché oggettivamente a 2 anni dal nostro trasferimento la fase delle mille nuove scoperte è terminata. Direi che siamo entrati in una fase di adattamento e di ricerca di un equilibrio tra il modo di vivere locale e le nostre preferenze. Personalmente mi sto impegnando molto ad ascoltare me stessa e a seguire il mio istinto, sia sul piano personale che lavorativo.
L’Australia per me rappresenta proprio questo: un misto tra senso di Libertà ed Opportunità!
So bene che in teoria avrei potuto fare tutto ciò anche in Italia, senza per forza dover andare a vivere fino in Australia…a volte però serve un cambio totale per riuscire a vedere le cose da un’angolatura diversa.
All’inizio del 2017, conclusa la mia esperienza come Design Architect in uno studio di architettura, mi sono rimessa di nuovo in gioco (ovviamente dopo vari torcimenti di budella perché di secondo nome faccio “complicata”), con l’obiettivo di occuparmi di una delle mie più grandi passioni: l’ambiente!
Si tratta di una bella sfida, perché nonostante gli Australiani amino la natura e stare all’aria aperta, i concetti di risparmio energetico e sostenibilità ambientale non sono molto conosciuti. Per iniziare ho deciso di aprire un blog in inglese (Think about sustainability) che parla proprio di queste tematiche, in modo positivo e senza allarmismi, per informare le persone, raccontare la mia esperienza come professionista e volontaria a Perth ed iniziare a crearmi un “nome”. Grazie al blog sto conoscendo tante nuove persone e partecipando ad attività interessanti. A giugno farò parte dell’organizzazione di un Beach Clean Up: è da quando abitavo a Genova che volevo organizzarlo!
Ho anche iniziato ad insegnare in un corso di laurea di architettura di interni e mi piace molto. Si tratta di un corso di progettazione con l’uso del software Revit. Un buon inizio, con l’obiettivo finale di insegnare tematiche legate alla sostenibilità ambientale.
Per quanto riguarda la nostra quotidianità di famiglia, ci sentiamo ogni giorno più integrati e a nostro agio, anche se ovviamente alcune grosse differenze di fondo rimangono. Stringere amicizia con famiglie australiane non è facile, ci vuole tanto tempo per far breccia nei loro cuori, un po’ perché abbiamo abitudini diverse ma soprattutto perché noi immigrati siamo di solito gente di passaggio, che prima o poi andrà via, specialmente qui nel “Far Far West” del Western Australia!
Il mio nuovo ritratto
Le recenti novità in tema visti non hanno sicuramente reso più facile la vita agli stranieri ed infatti alcuni nostri amici non australiani probabilmente dovranno andarsene. Salutare i nuovi amici non è mai facile, anche perché sono gli amici che costituiscono la rete di supporto quando sei all’estero e l’idea che, per colpa della difficoltà di ottenere il visto non ci saranno molti nuovi arrivi, un po’ mi rattrista, ma anche questo fa parte del gioco!
Dopo un 2016 molto impegnativo, in questo 2017 vorrei riuscire a godermi appieno questa nostra splendida avventura australiana, con la consapevolezza che tutto può cambiare molto rapidamente. Abbiamo infatti iniziato ad esplorare il nord del Western Australia fino a Kalbarri ed ho inserito nella mia “bucket list” una serie di interessanti destinazioni.
I want to be Here - amiche di fuso
Proprio questa mattina parlando con le mie figlie, ho visualizzato un’immagine che ben esprime la nostra situazione attuale: quando poco più di due anni fa atterrammo in Australia, eravamo come dei neonati: tutto per noi era nuovo, diverso e da scoprire. Ora ci sentiamo come dei bimbi di 10 mesi. Gattoniamo bene, siamo curiosi ed andiamo alla scoperta di quello che ci circonda. Ci alziamo in piedi attaccati al tavolino ed ogni tanto ci lanciamo a fare qualche passetto da soli. Di solito cadiamo morbidamente sul nostro sedere…ma ogni tanto è la faccia che arriva a terra!!!
Così, circospetti ma curiosi, andiamo avanti un passetto alla volta.
Valentina, Australia.
Loading...

Author

Guest

Se anche tu sei come noi una #adieffina per il mondo, alle prese con nuove abitudini, costumi, lingua e fusi sei la persona che fa per noi. Raccontaci la tua storia, chiacchiera con noi, allarga i nostri orizzonti. Questo spazio è tutto per te .

2 Comments

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */