Viaggi

Tradizioni natalizie in Argentina

Written by Nadja Argentina

La festa più attesa dell’anno è alle porte. La domanda sorge spontanea: quali sono le tradizioni natalizie in Argentina?

Sono davvero curiosa, ogni paese dove ho vissuto aveva tradizioni molto diverse dall’Italia. L’Argentina, come vi ho raccontato in vari post, è per certi versi simile all’Europa pur con influenze sudamericane, quindi sapere come passano qui il Natale mi incuriosisce parecchio!

Sono andata in giro a fare domande. Mi avranno presa per pazza? Può essere, ma insomma, per voi questo e altro, no?

E allora, pronti a scoprire come si passano le feste di dicembre in Argentina?

Iniziamo con una sostanziale differenza. Il Natale qui è in estate! Fa caldo. Non tantissimo, ma può essere che vi invitino a feste in spiaggia! Bello eh? Per me tantissimo, è una cosa che ho apprezzato tanto del Peru! Feste in piscina e brindisi in giardino!

Similitudini con noi: la religione. Il popolo argentino è di prevalenza cattolica, quindi anche qui è tradizione andare a messa nei giorni precedenti e alla vigilia di Natale. Anche qui è uso solito il mega cenone con tutti i parenti! Spesso viene fatto all’aperto per via del clima conciliante!

Babbo Natale appare alla mezzanotte del 24, i bambini vengono portati in una stanza e i regali appaiono magicamente sotto l’albero dopo che una campanella ha suonato. I pacchetti vengono aperti la notte stessa mentre il giorno di Natale, oltre il pranzo, si esce in giro per la città o si va in spiaggia. La notte del 24, nelle grandi città (Buenos Aires, Rosario e Cordoba) in genere c’è lo spettacolo di fuochi artificiali e palloncini.

Capodanno. Da buoni nostri lontani (mica tanto) parenti, è tradizione fare un mega cenone tra parenti e amici dove ognuno porta un piatto! A mezzanotte si brinda con champagne o sidro. Si passa poi ai fuochi d’artificio e alle feste in piazza!

Nota divertente. Il colore degli indumenti intimi per Capodanno, tradizionalmente rossi in Italia, in Perù erano GIALLI! E indovinate un po’? Qua in Argentina il colore è ROSA! Si trova anche rosso eh, ma il colore portafortuna è per tradizione quello!

Nota informativa. Nelle grandi città e in alcuni paesini si celebrano altri Capodanno. L’Argentina è un paese con molte etnie che convivono quindi quelle che vi nomino sono feste molto importanti! Iniziamo con quello “Criollo” degli aborigeni il 21 di giugno, giorno del solstizio di inverno. Quello “Cinese” alle fine di gennaio (nel Barrio Chino di Buenos Aires è una festa enorme e bellissima).  Quello “Giapponese”   coincide con il nostro e quello ebraico che risulta essere nel settimo mese del loro calendario.

Passiamo alla parte interessante: il cibo.

Potete immaginare che banchetti preparino qui. I piatti sono per la maggioranza freddi visto che la stagione lo permette. Ma il piatto re è uno: l’ASADO. Come nel resto dell’anno tra l’altro! Carne alla griglia, fatta al momento, in genere di manzo. E sempre a proposito di carne, sapete quale è uno dei piatti più gettonati alle feste? Il vitel tonè! E’ uno degli antipasti preferiti e più diffusi. Altro antipasto classico è il “matambre enrollado”, un rotolo di carne (strano eh) ripieno di uova , prezzemolo, aglio etc secondo la tradizione di famiglia. Visto che il piatto principale è il barbeque, si preparano vari tipi di insalate per accompagnamento.  Se riuscite ad arrivarci, non mancano nemmeno i dolci! Gelato, macedonie, torrone e torte! Ma il dolce per eccellenza della tradizione natalizia, anche qui, è solo uno: IL PANETTONE! Chiamato familiarmente “pan dulce”, è del tutto identico al nostro dolce delle feste.

E l’albero di Natale? Provate ad indovinare quando lo preparano. Ma l’ 8 di dicembre no? Insieme al presepe ovviamente!

Siete pronti a festeggiare? Da voi come si celebra?

Nadja, Argentina

 

Fuente de imágenes: http://sobreturismo.es

Loading...

Author

Nadja Argentina

Espatriata per lavoro ormai più di 10 anni fa, con mio marito abbiamo vissuto in Serbia, Romania, Bulgaria, Arabia Saudita,Peru e adesso siamo approdati in Argentina! Nel frattempo si sono uniti al gruppo due bimbi globetrotter che ci accompagnano nella nostra pazza vita girovaga!Il nostro mantra? Home is not a place, it's a feeling! Con la Sardegna nel cuore, vivamo dove ci porta il lavoro e ci godiamo ogni piccola cosa che i paesi ospitanti ci offrono con l'entusiasmo della prima volta!

Dicci cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */